5 maggio 2011

coaching, Salute

Il tuo viso parla di te.


È cosa sicuramente riconosciuta che c’è una stretta relazione tra le emozioni e la loro espressione nella mimica facciale, e alcuni ricercatori hanno rilevato che queste manifestazioni sono abbastanza universali.

Sylvan Tomkins parla di otto emozioni fondamentali: la sorpresa, l’interesse, la gioia, l’ira, la paura, il disgusto, la vergogna, l’angoscia.

Paul Ekman afferma che sono particolarmente caratteristiche sei espressioni facciali, e sono la manifestazione di sorpresa, gioia, ira, paura, disgusto/disprezzo, tristezza.

Plutchik a queste sei  aggiunge accettazione e anticipazione.

La combinazione di queste emozioni generano stati d’animo che hanno poi sul viso espressioni caratteristiche:

– da paura e sorpresa nasce l’allarme

– da sorpresa e tristezza nasce la delusione

– da tristezza e disgusto nasce il rimorso

– da disgusto e rabbia nasce il disprezzo

– da rabbia e anticipazione/attesa nasce l’aggressività

– da anticipazione/attesa e gioia nasce l’ottimismo

– da gioia e  consenso/assenso nasce l’amore

– da consenso/assenso e paura nasce la sottomissione

– da gioia e paura nasce il senso di colpa

– da tristezza e paura nasce il risentimento

– da gioia e sorpresa nasce la delizia

– da paura e anticipazione nasce l’ansia.

Ebbene sì, basta solo guardare con interesse e attenzione chi abbiamo di fronte per scoprire, o almeno intuire, quello che è il suo stato d’animo, e questo si rivela molto importante perchè le emozioni condizionano e provocano i comportamenti e lo fanno in base a come sono vissute, in base allo stato in cui la persona si trova quando vive l’emozione e in base allo stato che poi quest’emozione genera.

Facciamo, allora, attenzione al linguaggio del corpo; c’è sempre molto da imparare e i messaggi che ci arrivano sono di valore assoluto e di grande aiuto per relazionarci nel modo migliore col nostro vicino.

Valete! A presto,

Fausto