20 marzo 2011

Salute

Non è forse troppo tardi?


Xun zi, famoso discepolo di Confucio, vissuto nel III secolo A.C., diceva:

“Il vero re comincia a mettere il suo stato in ordine mentre una condizione di ordine prevale ancora. Egli non aspetta che scoppino insurrezioni”.

Nel Neijing, trattato di medicina tradizionale cinese che risale al III secolo A.C. ed è il testo dell’Imperatore Giallo, vissuto secondo la leggenda durante la metà  del terzo millennio A.C., mitico fondatore della civiltà cinese ed inventore della madicina, si legge:

“I Santi non aspettano che il male sia manifesto per trattarlo, ma se ne occupano prima che si manifesti.

Attendere che la malattia si sia manifestata per porvi rimedio e che il disordine si sia insediato per occuparsene è come attendere di avere sete per scavare un pozzo e attendere la battaglia per forgiare le armi. Non è forse troppo tardi?” .

Già, non è forse troppo tardi?

Valete! A presto, Fausto.