18 ottobre 2012

equilibrio, postura, Vista

Salute, sport

Visione e postura.


La postura è la posizione che il corpo assume nello spazio sia da fermo che in movimento. Una corretta postura deve rispettare dei parametri fisiologici ben descritti dalla medicina ed è influenzata da fattori neurofisiologici, biomeccanici, emotivi, psicologici e relazionali.

Strettamente correlato alla postura è l’equilibrio, regolato non solo dall’orecchio interno, ma anche da occlusione dentale, vista, propriocezione dei piedi. Questi apparati inviano informazioni al cervello per la regolazione sottile nello spazio e contemporaneamente subiscono variazioni, in rapporto alla postura, con un meccanismo continuo  di feedback e, quindi, di continua intercomunicazione.

Postura adeguata e visione interagiscono quindi strettamente.

Da una parte, una postura anomala può creare tensioni e torsioni che influiscono sulla muscolatura dell’occhio, che fa parte della catena muscolare respiratoria, causando accomodamenti e compensazioni che influiscono negativamente sulla vista e comportano uno sforzo eccessivo e squilibrato per gli occhi. Nel tempo, si creano così situazioni di deficit visivo che tende a peggiorare progressivamente.

Allo stesso modo, una difficoltà a vedere ci porta ad assumere posizioni scorrette per compensare la non perfetta visione, con variazioni della distanza di messa a fuoco e conseguente anomalia di funzione della colonna cervicale prima e della colonna, nel suo insieme, poi.

Sappiamo tutti quanto sia importante la vista per le nostre attività quotidiane e per la qualità della nostra vita. E’ la funzione che, più di tutte, ci mette in relazione col mondo esterno, per cui diventa fondamentale portarle attenzione in modo particolare. Nel caso ci fosse qualche problema, ricordiamoci di “guardare” non solo l’occhio ma anche un po’ più lontano, magari prestando attenzione alla postura, all’atteggiamento emotivo, alla bocca e ai piedi.

Valete! A presto,

Fausto